Il Tribunale Amministrativo Regionale, nella camera di consiglio del 07/09/2016, ha respinto la richiesta di sospensione cautelare della deliberazione del Comune di Imola n. 50 del 29/03/2016, relativa alle modifiche del piano sosta del Comune di Imola, entrate in vigore il 1° maggio 2016.

I giudici amministrativi, “tenuto conto delle controdeduzioni delle parti resistenti (difese dagli avvocati Giuseppe Caia, Massimo Calcagnile e Pietro Acri) con particolare riguardo alle misure di potenziamento dei percorsi ciclabili nonché dei trasporti pubblici e dell’incentivazione dell’uso di questi ultimi con la realizzazione di parcheggi gratuiti in prossimità della ferrovia, e della modesta riduzione degli stalli per residenti (da 222 a 206)” hanno ritenuto che non ricorrono i presupposti per la concessione della misura cautelare, condannando i ricorrenti al pagamento delle spese della fase cautelare.