Foto 13-05-15 16 16 38 - Copia

«Una scommessa vinta». L’assessore alla Mobilità del Comune di Imola, Davide Tronconi, esordisce così nella conferenza stampa di presentazione del bilancio dei sistemi bike sharing pubblici, gestiti da Area Blu.

A un anno dall’avvio del sistema regionale “Mi muovo in bici” e a 10 dall’introduzione delle ormai familiari biciclette arancioni di “C’entro in bici”, i numeri dicono che i cittadini apprezzano il servizio fornito.

Da settembre 2014 a settembre 2015 sono stati effettuati 6.156 spostamenti con i veicoli pubblici appartenenti al sistema ultimo nato (circa 30 bici tradizionali e una ventina elettriche). “Mi muovo in bici”, in un anno, ha registrato 445 adesioni gratuite/promozionali, 47 a pagamento e 122 operazioni di ricarica tessera causa credito esaurito per l’utilizzo. Per “C’entro in Bici” sono 2.319 le chiavi consegnate e attualmente attive per un totale di circa 140 bici tradizionali a gomma piena, per l’esattezza 132 suddivise in 14 postazioni .

Il monitoraggio compiuto consente ora ad Area Blu di rimodulare le postazioni e di introdurre alcune novità, illustrate in conferenza stampa dal presidente Vanni Bertozzi e dal responsabile dell’Ufficio Unificato Mobilità Ivan Mazzanti.

In primo luogo, sarà attivata una nuova postazione a servizio del polo scolastico di via Guicciardini, che porterà a otto le postazioni di “Mi muovo in bici”.

Entro la prossima primavera saranno inoltre installate 10 colonnine per il gonfiaggio delle biciclette, a disposizione non solo degli utenti di Area Blu, bensì di tutti i ciclisti imolesi. Le postazioni di gonfiaggio saranno posizionate in corrispondenza delle postazioni Mi Muovo in Bici a Zolino, in Pedagna ovest, in via Emilia est, davanti all’Ospedale vecchio, nel quartiere Campanella, nella sede di Area Blu, davanti alla Stazione ferroviaria; ne saranno poi posizionate altre due presso il parcheggio coperto del mercato ortofrutticolo e in via Selice, lungo la pista ciclabile.

Mappa postazioni gonfiaggio