Museo San Domenico – Pinacoteca

Via G. Sacchi 4, Imola
0542 602609

L’ex convento di San Domenico occupa una porzione importante del cuore della città; l’edificio duecentesco ha conosciuto diverse riedificazioni fino all’aspetto odierno. Il complesso ospita diversi nuclei museali:

- le Collezioni d’arte della città, un itinerario storico-artistico dal Trecento ad oggi che espone oltre 600 pezzi scelti dalle collezioni civiche. Dipinti, sculture, arredi sacri, ceramiche, disegni, monete, medaglie e installazioni sono suddivisi in sette grandi temi che costituiscono i capitoli di una storia per immagini con protagonista Imola. La visita offre una nuova lettura delle raccolte della città e un osservatorio sulla produzione artistica contemporanea. L’accesso al pulpito all’interno del percorso regala un’inconsueta visione dall’alto della chiesa dei Santi Nicolò e Domenico e la possibilità di ammirare sull’altar maggiore un capolavoro di Ludovico Carracci.

- il Museo Giuseppe Scarabelli porta il nome dello scienziato che lo fondò nel 1857. Il suo nuovo allestimento nel Museo di San Domenico è rispettoso dell’eredità di Scarabelli e utilizza modalità comunicative ed espositive contemporanee. La sua lunga storia è raccontata nella prima parte del percorso che espone anche oggetti etnografici dall’Africa e dal Sud America e una piccola mummia egizia. Gli oltre 25.000 reperti che formarono il museo ottocentesco sono esposti nelle vetrine originali e suddivisi nelle sezioni di “Geologia”, “Archeologia”, e “Scienze Naturali”. Una guida multimediale consultabile nei tablet installati nel Museo o con i propri smartphone permette di approfondire i contenuti scientifici del museo.